Reply to this topicStart new topic

> autostrade di terra e di mare nel Mediterraneo - progetto, proposto della Presidenza Francese
 
MatteoAdmin
Inviato il: Sabato, 09-Ago-2008, 16:54
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 921
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 04-Nov-2006



L'UNIONE MEDITERRANEA DI NICOLAS SARKOZY

Progetto: autostrade di terra e di mare nel Mediterraneo
Documento illustrativo francese che non ha uno status ufficiale


1. Una crescita del traffico ben al di sopra di crescita demografici
Nel Mediterraneo, la crescita del traffico è stato ben al di sopra di crescita demografiche ed economiche tra il 1970 e il 2000: 4,9% l'anno per passeggeri e del 3,8% per le merci (escluse le spese di spedizione). Aumentato il traffico è stato essenzialmente quello di viaggi su strada, che nel 1999, rappresentavano il 88% di terra ai passeggeri e del 82% Trasporto di merci. Il trasporto ferroviario (9% del traffico passeggeri nazionale) svolge un ruolo notevole in Egitto (47%) et dans les pays de l'Est Adriatico (23%). Il forte crescita nel settore dei trasporti aerei (7,3% l'anno) è di collegare lo sviluppo del Turismo. Il traffico marittimo di merci ha anche sperimentato una forte crescita (4% anno) anche se vi è un sub competitività delle catene di trasporto Euro Nord / Sud. Il Mediterraneo è per la maggior parte della flotta oggetto di controllo e di ridurre il trasporto di materiali pericolosi. Flussi marittimo di transito rappresentano quasi il 40% del traffico del Mediterraneo.

Traffico merci (stradale, ferroviario e aereo): evoluzione e scenario al 2025
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!

Fonte: CEMT (Conferenza europea dei ministri dei trasporti), ministeri dei Trasporti, istituti statistici nazionali, i futuri Blue Plan

Nel 2025, una crescita molto forte pressione è prevista:
2,6 volte aumento del traffico di merci via terra, dal 3,7 del carico di traffico mare, quasi un raddoppio del traffico passeggeri. La motorizzazione di massa (automobili) dovrebbe diventare diffusa nel Sud prima di 2025. Questo sviluppo esponenziale avrà pesanti ripercussioni in termini di congestione, inquinamento il rumore, le emissioni di gas a effetto serra, inquinamento a livello locale. Con la forte la crescita del traffico, il Mar Mediterraneo non è immune da una catastrofe ecologica i cui costi potrebbero essere molto più elevato rispetto quelli registrati in Atlantico.
Traffico marittimo nel Mediterraneo è anche vulnerabile. Il crescente flusso di navi aumenta il rischio di incidenti, pirateria, terrorismo o l'uso fraudolento o addirittura criminali quali il traffico droga o esseri umani, che potrebbe ledere gli interessi Grandi e rendere inefficaci talune infrastrutture portuali.
Inoltre, potrebbero essere selezionati progetti che contribuiscono per l'integrazione di spazio Mediterraneo, agevolare gli scambi commerciali salvaguardando l'ambiente e per garantire il commercio pur rispondendo alle esigenze immediate la sicurezza delle popolazioni, con le seguenti caratteristiche:
-- Natura transnazionale del progetto, che richiede la cooperazione di diversi paesi per effettuarli,
-- Numero significativo di utenti direttamente interessati e coinvolti nella loro giornaliero;
-- Stima dei vantaggi economici e sociali,
-- Logico mobilità e lo sviluppo sostenibile.
Diversi progetti sono stati identificati e presentata nel 2005 dal Gruppo di Alto livello (GAL), o elencati nel piano d'azione regionale dei trasporti per la regione Mediterraneo (LUOGO, 2007 - 2013), prodotto nell'ambito del Forum Euromed1. Tra questi:

2. Lo sviluppo delle autostrade del mare
Il concetto di autostrade del mare è emerso all'inizio del 2000 come una combinazione integrata di trasporto merci sui grandi assi trasporto tra cui una tratta marittima. Questo pacchetto di servizi aggiornato materializza in tutta la catena di trasporto, sia a viaggio terreno, durante i flussi in transito porto, l'attraversamento delle frontiere e sul segmento marittimo e mira a garantire una maggiore flusso di scambi commerciali transeuropee.
Spagna e Francia hanno rianimato nel 2007 un progetto di collegamenti tra loro 2 paesi, il che potrebbe portare molto presto. All'interno dell'Unione europea, riflessioni sono anche impegnati tra Italia, Francia e Spagna, tra la Francia e del Portogallo, di proporre iniziative sul Mediterraneo occidentale corridoio.
Queste le autostrade del mare soddisfare diversi obiettivi tra cui la riduzione, la congestione stradale causato dal molto rapida crescita del traffico merci su strada e per accrescere l'efficacia del sistema di esportazione. Gli interessi di operatori convergono su entrambe le sponde del Mediterraneo per la fluidità combinato rotte marittime e di incrementare la quota di commercio marittimo commerciale. Per due principali soluzioni di trasporto merci 1 Il piano comprende una serie di azioni, tutti i modi di trasporto, e gli obiettivi della riforma regolamentazione e pianificazione delle infrastrutture di rete, contribuendo alla nascita di un sistema trasporto multimodale.
Generale, in recipienti o rimorchi, le autostrade del mare nel Mediterraneo deve essere basata sulle attuali servizi marittimi, combinati con progressi nei settori del porto di transito, i valichi di frontiera e trasporti terrestri. Di cui hanno bisogno per la revisione delle infrastrutture portuali e rafforzare e migliorare la qualità dei servizi esistenti e l'integrazione del percorso nel trasporto marittimo modelli di combinare meglio la marino e modalità modalità di terra. Questo progetto è tra un duplice obiettivo di sviluppo sostenibile ed economicamente sostenibile.
Da un punto di vista operativo, le autostrade del mare deve avere il supporto Pubblico per il raggiungimento di:
-- Operare nei porti specializzati su terminali "autostrade del mare";
-- Fornire interfacce per i contenitori e rimorchi tra la strada modalità marini e tutti i terreni disponibili modalità (ferrovia, su strada, pista navigabile, se del caso);
-- Istituire partenariati strutture portanti, porti e le altre parti interessate della catena di trasporto, di offrire mercati dei servizi "autostrade del mare" integrato;
-- Ha attraversamento procedure nei porti e frontiere privilegiata a ricevere le merci dai migliori condizioni passaggi tra i porti marittimi e terrestri;
-- Coinvolgere il motivo per cui le amministrazioni doganali e di altre istituzioni funzionari di formalità e di controllo in un processo di adozione della norme "autostrade del mare";
-- Sempre in termini di norme, mantenere le norme di sicurezza, di sicurezza e della tutela Ambientale più avanzate al fine di raggiungere un etichetta Autostrade del mare Mediterraneo.
L'idea è quella di elaborare, entro un ampio partenariato, l'elenco dei porti interessati, identificare i potenziali flussi e di stabilire sia il diritto modi la governance e la condivisione dei compiti a concludere il completamento dei piani aziendali.
Infine, una conferenza potrebbe essere convocata.

La parte 2007 - 2013 conserva anche le strade e le autostrade del mare, un invito a progetti è in corso, al fine di far emergere progetti pilota i cui risultati sarà disponibile nel corso del mese di luglio. L'obiettivo è quello di rafforzare identificazione dinamica progetti fattibili i paesi del Mediterraneo meridionale e orientale e promuovere la loro attuazione. Le procedure saranno adottate compatibili con quelli definiti a livello comunitario se segmento Marittima europea. L'obiettivo ora è quello di accelerare il processo avviato dal Barcellona, favorendo la proliferazione di iniziative in diversi parti del bacino del Mediterraneo e nel facilitare la mobilitazione degli attori e finanziamento al fine di consolidare i risultati già in corso su assi pertinenti punto di vista e di logistica e di avviare lo sviluppo altre linee / collegamenti / porte / mercati.

Questi nuovi progetti per corridoi est e ovest del Mediterraneo richiederà ingenti investimenti in terreni, porto marittima e modernizzazione amministrativa a livello nazionale e frontiera. Al di là di finanziamenti dagli attori economici e le mobilitazione di tutte le agenzie di aiuto allo sviluppo e, se del caso, pertinenti fondi UE, soprattutto in caso di segmento marittimo Europeo, può essere necessario costruire una nuova logica che i fornitori di capitale sono associati con l'intera catena di valore.

3. L'ammodernamento del treno "transMaghreb"
Sotto la promozione degli scambi commerciali, ma anche in vista la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, trasporto dei passeggeri e dei merci per ferrovia tra i paesi della sponda sud che possono essere sviluppati. La maggior parte dei paesi del sud hanno uno stadio più o meno sviluppate, progetti ferroviari in fase di studio e spesso in attesa di finanziamento. Più ambiziosamente, potrebbe essere considerata come un obiettivo il raggiungimento di un autentica "cintura ferroviaria" del bacino del Mediterraneo, con un collegamento da Casablanca a Istanbul. Nel breve termine, un approccio più pragmatico potrebbe portare a mantenere le sezioni transfrontaliere considerate come prioritarie alcuni dei quali sono individuate ai sensi della partecipazione in qualità di Istanbul-link-Cerkezköy confine bulgaro, Oujda - Tlemcen e Port Said -- Haifa. Più progetti specifici sono già in corso di studio: l'ammodernamento delle trans-Maghreb treno che collega Algeri-Tunisi-Casablanca e migliorare la sua servizi, o lo studio di fattibilità del Maghreb treno ad alta velocità che collega TGVM Casablanca a Tripoli via Tunisi e Algeri.

4. La sicurezza di spazio marittimo del Mediterraneo
Lo sviluppo delle autostrade del mare è direttamente correlata alla sicurezza dell'intero spazio marittimo. Il suo miglioramento è una leva fondamentale lo sviluppo economico che può essere efficace e una pace duratura in questo settore condiviso solo se i partner hanno l'assicurazione per ricevere sicurezza sufficiente, che è vissuto da tutti come un bene comune e come un vettore cooperazione priorità.
In effetti, i rischi sono a livello mondiale. Essi, pertanto, implica un dovere di solidarietà tra due sponde del Mediterraneo. Come primo passo, tre sono le azioni concrete proposto:

La lotta contro il traffico di droga
Il bacino del Mediterraneo è il punto di incontro di tutti i canali la consegna dei farmaci e dei loro precursori chimici. L'attività di questi trafficanti di esseri umani è visto come un aggressione da parte degli Stati Mediterraneo in questione, come per tutti i paesi dell'Unione europea Europeo.

Per due anni, il traffico di cocaina vincolati per l'Africa ha assunto una nuova scala, sia in termini di quantità sfollati (diverse tonnellate operazione), e in termini di posizioni in alcuni trafficanti colombiani paesi in Africa occidentale. Alcune risposte sono già state attuate: piattaforma Caraibi lotta contro la droga (MAOC-N) a Lisbona, un progetto di piattaforma in Africa occidentale. Le azioni di alcune nazionali marini sono efficaci ma ancora troppo dispersi e troppo limitato nel tempo per giungere ad una decisivo il traffico di organizzazioni.

Sembra urgente di unire a fare una risposta più efficace e più operativo più adatto a mettere in comune le risorse umane e materiali e tecnologie opportuno nel contesto di una struttura di coordinamento, senza operativo trascurare uno dei intervento in mare.

Francia propone pertanto in modo molto efficace per rafforzare la cooperazione operativa Mediterraneo in questo settore attraverso la creazione di un centro di coordinamento il Anti-droga Mar Mediterraneo (CECLAD-Med). Questo progetto pilota, una vocazione Europei e mediterranei, ha già ricevuto l'approvazione di diversi I paesi del Mediterraneo e ha accolto con favore da parte dell'Unione europea.

Al fine di rafforzare la sicurezza dello spazio marittimo del Mediterraneo, ad esempio un centro, deve necessariamente essere integrata con la sinergia dei principali sensori le informazioni esistenti nel Mediterraneo.


Il rafforzamento della capacità di sorveglianza e lo sviluppo di cooperazione tra i soggetti interessati marittimo e portuale del Mediterraneo
I porti sono, e sempre è stato, luoghi di scambi e strategico di transito, sia per le persone e per le merci. Essi sono diventati gravidanza, in un'area sensibile sempre più internazionalizzato aperta a tutti i tipi di flussi. La zone portuali non sono solo vettori l'immigrazione clandestina, ma anche la scena del traffico di tutti i tipi (veicoli rubati, stupefacenti, contraffazione, armi, persone…).
Miglioramento della sicurezza e della sicurezza nel Mediterraneo richiede l'
parte di tutti gli europei e mediterranei partner, una volontà comune di riunire tutti i mezzi disponibili per:
-- Facilitare e coordinare i soccorsi alle persone in mare;
-- Sicura e le vie di transito;
-- Prevenzione sinistri marittimi e danni per l'ambiente;
-- Lotta contro le minacce ed i traffici illeciti (droga, l'immigrazione
irregolari…);
-- Preservare le risorse ittiche;
-- Migliorare la protezione dei porti di grande interesse.
Questo desiderio comune deve essere caratterizzata da rafforzare le capacità
il monitoraggio e lo sviluppo della cooperazione tra attori e marittimo Porto del Mediterraneo, sia civili che militari.
In questo contesto, potrebbe essere suggerito:
-- Creazione di una rete di contatti operativi nazionali in ogni paese partner, per migliorare la sinergia tra sistemi di sorveglianza;
-- Creare o rafforzare una rete di sorveglianza (Vessel Traffic System, radar
costiere semafori…) legati a centri operativi nazionali interconnesse, per una migliore condivisione delle informazioni sui rischi possono influire sul traffico marittimo in tutto il bacino del Mediterraneo;
-- Organizzare lo scambio di informazioni e di migliorare l'esperienza e la competenza fondi comuni di investimento, al fine di rafforzare le capacità di individuazione precoce e trattamento in considerazione dei rischi;
-- Incoraggiare la presa in considerazione ogni paese, la norma di sicurezza riconosciuti a livello internazionale e ha adottato dall'IMO il 12 dicembre 2002 (ISP) e cercare lo sviluppo di piani di sicurezza portuale;
-- Ottimizzare l'uso di sistemi di rilevamento e di identificazione delle navi,
e promuovere le procedure e di controllo, attuate da parte dei servizi interessati in materia di sicurezza marittima.
Tali misure forniscono una risposta alle esigenze delle popolazioni costiere e
aggiungere valore significativo la dimensione economica e ambientale per ogni
partner. Inoltre, esse accentuare la cooperazione tra dinamica giocatori nel mondo marittimo. Questo progetto dovrebbe essere basato su sistemi di informazione
e procedure coerenti con gli impegni internazionali di ciascuno di essi.
La cooperazione esistente in questo settore, Mediterraneo occidentale, già spianato la strada per una migliore comprensione e una maggiore fiducia, di avviare scambi di informazioni. Questi scambi porterebbe a una graduale armonizzazione dei dispositivi marittimo e portuale industrie, e promuovere l'adozione di tecnologie moderne, contribuire a innalzare gli standard di sicurezza e di sicurezza marittima, in particolare in settori di competenza dei porti.

La creazione di un fondo del Mediterraneo per un pubblico-privato il finanziamento di sicurezza di spazio marittimo
Il trasporto marittimo e le attività economiche che generano nel Mediterraneo una
notevole ricchezza. Il 40% del volume degli scambi di merci mondiali ed il 30% del traffico petrolifero utilizzano le rotte marittime del bacino del Mediterraneo, classificato 3a zona marittima Mondiale dopo l'Asia ed il Nord Europa. 13 000 navi d'alto mare efettuano annualmente 250.000 fermate in 500 porti commerciali
scambi commerciali, mentre altre 10.000 navi passano attraverso il
Mediterraneo senza fermarsi. Inoltre, 250 milioni di tonnellate di materiali pericolosi trasportati per mare sono trattati ogni anno nei porti industriali, mentre 200 milioni di passare lungo le coste.

Il Mar Mediterraneo è quindi esposto a tutti i rischi e nessun beneficio, compresa la mancanza di fondi, un controllo coordinato e prevenzione alle esigenze di traffico.
Si propone pertanto l'istituzione di un nuovo contributo finanziario, per lo stretto di Gibilterra, del Bosforo e anche per quello di Suez, dedicato alla sicurezza dello spazio marittimo Mediterraneo. Questo sarà in funzione del peso della merce trasportata nell'area delimitata dagli stretti. Questi ultimi materializzano gli accessi a questo mare chiuso e facilitano l'identificazione delle attività marittime e la valutazione statistica dei volumi di scambi commerciali e di transito.

Così, ad esempio, un prelievo di circa 1 euro per tonnellata le merci che attraversano Suez generare un contributo di 1 milione di € al giorno.
Dato il valore delle merci trasportate e dei costi causati da deviazione del Mediterraneo, tale prelievo è considerato dai indolore vettori. Questo progetto apre un pioniere, equo e sostenibile. Il finanziamento del comune sforzo di garantire la spazio marittimo, con la partecipazione di tutti i paesi rivieraschi del Mediterraneo.

link ai progetti proposti:

Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


documento ufficiale in lingua francese, comprende tutti i progetti, 27 pagine PDF:
Only registered users can see links
Registrati o Entra nel forum!


SI NOTI BENE CHE QUESTO DOCUMENTO E' STATO PROPOSTO COME BASE DI LAVORO DALLA PRESIDENZA FRANCESE.
NON E' STATO ANCORA ADOTTATO UFFICIALMENTE "DALL'UNIONE MEDITERRANEA".
PER SVILUPPARE PROPORRE ED ATTUARE I PROGETTI E STATA PREVISTA LA CREAZIONE DI UN "SEGRETARIATO COMUNE" A CARATTERE TECNICO CHE VERRA' DEFINITO IN TUTTI I DETTAGLI NELLA RIUNIONE DEI 43 MINISTRI DEGLI ESTERI DA TENERSI A NOVEMBRE, IN QUELLA ASSEMBLEA SI DECIDERA' LA SEDE FISICA DEL "SEGRETARIATO COMUNE", SEMBRA CHE SARA' UNA SCELTA TRA ALGERI E TUNISI.
PMEmail Poster
Top
Sostieni questa voce
ogni piccolo gesto di solidarietà rallegra il cuore
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Reply to this topicStart new topic

 



RICERCA AVANZATA
MESSAGGI RECENTI
VAI AL PORTALE
RICERCA AVANZATA
  Vai Su - Up-->








[ Script Execution time: 1.2035 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]